CAMBIAMO MIRA…INVESTIAMO NELLA PACE

Investire e investirci nella Pace: questo è il problema! Ed è un problema permanente, sempre urgente e concreto, per un Paese come il nostro che “ripudia la guerra” (Costituzione). Tanto più per un cristiano!… Come potrebbe un credente, discepolo di Gesù, il Maestro delle Beatitudini (“Beati gli operatori di Pace”), …

LAUDATO SI’… CAREZZA DI DIO (nel V anniversario della sua pubblicazione)

Era stata una delle mini-proposte avanzate a parrocchie e associazioni circa due mesi fa, quella di ricordare persone o eventi con un angolo di giardino, un’aiuola, qualche cespuglio, un albero… Nell’Unità pastorale Beata Vergine della Neve, precisamente a Castellazzo, nel settembre 2019, è sorto il “Giardino dei Giusti”, a ricordo …

Incontro – Cambiamo mira. Investiamo nella Pace

Tutti hanno il dovere morale di sapere dove vanno i propri soldi e come vengono utilizzati. Purtroppo, ciò raramente accade, perché nel depositare i soldi negli istituti bancari, ci si limita a valutare esclusivamente l’interesse economico… Recentemente i Direttori delle tre Riviste Missionarie più impegnate in Italia hanno lanciato insieme …

NOVITÀ PER LE CELEBRAZIONI DELLE MESSE DA LUGLIO

NON OCCORRE PIÙ LA PRENOTAZIONE PER PARTECIPARE ALLE MESSE NELLA NOSTRA UNITÀ PASTORALE, È SOSPESO IL SERVIZIO DELLA DIRETTA VIA INTERNET E DA DOMENICA 12 LUGLIO SI AGGIUNGE LA MESSA A GAVASSETO ALLE 11 MENTRE VIENE ELIMINATA QUELLA VESPERTINA DELLE 18:30 A BAGNO.

Dopo un primo periodo di prova, vedendo che:

  • solo in alcune celebrazioni i posti sono stati completamente esauriti con le prenotazioni;
  • nel tempo estivo generalmente ci sono meno persone;
  • progressivamente nel tempo (a patto di riuscire a garantire distanziamento e un servizio di triage di accoglienza e igienizzazione) apriremo le diverse chiese;
  • considerando che in estate normalmente riduciamo il numero delle S.Messe,

abbiamo pensato che le S.Messe a partire da al fine-settimana 11-12 luglio saranno ai seguenti orari:

il sabato                      ore      19:00              a Masone

la domenica                ore        9:30               a Masone

la domenica                ore      11:00              a Bagno

la domenica                ore       11:00               a Gavasseto

Le S.Messe per le sagre cercheremo di celebrarle all’aperto per permettere a più persone di partecipare. Tutto è comunque in divenire e vi terremo aggiornati man mano ci saranno nuove disposizioni dal ministero relative alle celebrazioni delle S.Messe.

Per le celebrazioni e la preghiera:

  • ricordiamo che chi avesse intenzioni, ricordi o ringraziamenti particolari da inserire nelle celebrazioni delle Messe, può comunicarli ai vari referenti delle comunità, i quali provvederanno poi a farle avere ai sacerdoti, alle nostre suore e a tutte le comunità.
  • Vi preghiamo di segnalare ogni settimana sia le persone che sono ritornate al Padre nella Nuova vita del Regno dei Cieli, ma anche tutti i bambini/e che sono venuti al mondo in modo da poterli tutti accompagnare con le nostre preghiere e con il suono delle nostre campane.

Per i battesimi:

abbiamo ricominciato a celebrare i battesimi, chiediamo a tutti coloro che ancore non hanno fatto la preparazione intanto di farla in modo da poter preparare un calendario dei battesimi da celebrare. Cercheremo di partire da tutti quelli che abbiamo dovuto spostare nei mesi scorsi. Chiediamo a tutti di avere pazienza ma le limitazioni che ancora stiamo vivendo richiedono accorgimenti e attenzioni che certamente complicano anche l’organizzazione della celebrazione di tutti i sacramenti in generale.

CELEBRAZIONI DELLE S.MESSE NELLA NOSTRA UNITÀ PASTORALE DAL 30 MAGGIO

Con la Messa festiva della vigilia della Solennità di Pentecoste, Sabato 30 maggio riprendono le celebrazioni con la presenza del popolo. Ma con modalità tutte particolari.

Le indicazioni per aiutarci tutti insieme a RICOMINCIARE… a CONTINUARE… e soprattutto a poter al più presto RITONARE A CELEBRAZIONI PIÙ FRATERNE


Cari fratelli e sorelle della nostra Chiesa Diocesana di Reggio Emilia – Guastalla, per molte settimane abbiamo vissuto insieme la sofferenza di non poter partecipare alla Santa Messa e di ricevere l’Eucarestia. Ora, a seguito dell’accordo sottoscritto nei giorni scorsi tra il Governo e la Conferenza Episcopale Italiana, a partire da lunedì 18 maggio 2020 potremo riprendere con le celebrazioni quotidiane, nei giorni feriali e festivi, a determinate condizioni. Accogliamo con favore e semplicità, e anche con grande responsabilità, le disposizioni pratiche e le norme sanitarie di sicurezza contenute in questo depliant. Certamente alcuni degli accorgimenti che dovremo osservare durante le nostre celebrazioni non saranno semplici e implicheranno un piccolo sacrificio da parte di ciascuno di noi: essi sono però essenziali, al fine di tutelare la salute di tutti, soprattutto dei più fragili. Viviamo questo momento come occasione di testimonianza della nostra carità e della pazienza che nascono dalla fede, rispettando tutte le norme igienico-sanitarie necessarie, in comunione con tutta la Chiesa. Mi unisco alla preghiera di ciascuno di voi e vi benedico nel Signore Gesù.

(Massimo Camisasca, Vescovo)

Cercando di fare nostro il principio della gradualità per la tutela della salute di tutti che da piu parti ci viene ricordato, abbiamo deciso di ricominciare le celebrazioni per ora solo nei due luoghi suggeriti dalla Diocesi: Bagno e Masone a cominciare da Sabato 30 maggio vigilia di Pentecoste. Martedì scorso ci siamo trovati, con i referenti delle singole parrocchie, per decidere insieme come gestire questa fase. In particolare, ci siamo confrontati riguardo numero e orario delle celebrazioni e organizzazione delle squadre dei volontati che dovranno occuparsi del servizio.

Le messe nella nostra Unità Pastorale in questo primo periodo saranno quattro:

una S.Messa il Sabato           a Masone    alle ore 19:00

una S.Messa la Domenica     a Masone    alle ore   9:30

una S.Messa la Domenica     a Bagno      alle ore 11:00 (trasmessa anche in diretta sul canale della nostra Unità Pastorale https://www.youtube.com/channel/UCXRg2IP2AB6z0_C6hdLrp4A/)

una S.Messa la Domenica     a Bagno       alle ore 18:30

Per ogni celebrazione è necessario avere cinque volontari. Il loro compito è accogliere i fedeli (controllare temperatura e prenotazione, indicare il posto …), far rispettare le norme durante la celebrazione e igienizzare la chiesa. Igienizzare alla fine significa passare con panno/carta un prodotto a base alcolica (che sarà fornito dalla parrocchia) su banchi, sedie, maniglie e sulle suppellettili utilizzate per la celebrazione. Abbiamo chiesto ai referenti incontrati martedì scorso di formare delle squadre di volontari per poter garantire il servizio durante le diverse celebrazioni.

La ripresa delle celebrazioni è necessariamente legata alla presenza dei volontari.

Chi fosse disponibile può contattare:

a Castellazzo Federico Bigi 3385880093,

a Corticella Massimo Prodi 3297407344,

a Bagno Flavio Cattini 3493209632,

a Gavasseto Angelo Campani 337584485,

a Marmirolo Alessandra Bondavalli 3385278458,

a Masone Paolo Beltrami 3488068551,

a Roncadella Marco Ferrari 3491284338,

a Sabbione Mirco Ruini 3487146188,

a San Donnino Marco Zannoni 3492658611

e don Roberto 3335370128.

Tutti i volontari saranno istruiti sulle norme da rispettare. I turni saranno due/tre volte al mese. Nel tempo vedremo come evolverà la situazione e quali disposizione e indicazioni ci saranno date dal Governo e dalla Diocesi. Sappiamo bene che non tutte le comunità avranno le stesse risorse e possibilità. Può diventare anche questa una occasione preziosa per crescere sempre di più, nella vicinanza, solidarietà, condivisione, partecipazione e comunione tra tutte le comunità della nostra Unità Pastorale.

Informazioni utili per poter partecipare alla S. Messa

POSSO ENTRARE IN CHIESA SE:

  • Ho prenotato il posto tramite il sito della diocesi sito www.iovadoamessa.it (fino a due ore prima della messa ovviamente ad esaurimento posti) o, per chi non ha internet, attraverso il call center della Curia ai numeri 347 780 6746 oppure 347 379 5237 (operativi dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato mattina dalle 9 alle 12). Chi non riesce, può farsi aiutare da qualcuno della comunità o da don Roberto. Ci saranno inoltre dei posti prenotabili e riservati per le persone con disabilità. Gli accompagnatori avranno un posto riservato accanto. Nel caso i posti fossero già esauriti, o in caso di necessità o di problemi particolari potete chiamare per Masone Carlo Bonini 3349299986, per Bagno Flavio Cattini o direttamente don Roberto e cercheremo di fare tutto il possibile per venire incontro alle diverse esigenze della famiglia. Ci riserveremo alcuni posti in ogni celebrazione da poter gestire direttamente senza obbligo di prenotazione al sito della Diocesi. Questi posti saranno prenotabili telefonando direttamente ai referenti parrocchiali
  • Sono munito di mascherina protettiva che copre naso e bocca;
  • Non ho una temperatura corporea pari o superiore ai 37,5°C. La temperatura per sicurezza sarà provata anche prima di entrare in chiesa con il termoscanner.
  • Mi igienizzo le mani prima di entrare;
  • Mi presento all’ingresso nei 30 minuti prima dell’inizio della celebrazione per permettere un ingresso ordinato. (NON PUÒ ENTRARE CHI SI PRESENTA DOPO L’INIZIO DELLA SANTA MESSA)
  • Farò sempre attenzione a mantenere una distanza di sicurezza dalle altre persone sia in chiesa che fuori.

IN CHIESA:

  • un addetto alla sicurezza mi indica il posto dove poter posizionarmi;
  • indosso sempre la mascherina (eccetto che nel momento in cui mi comunico);
  • non mi sposto mai dal mio posto e non sposto le sedie da come sono state posizionate in chiesa
  • non ci potranno essere libretti dei canti e nel caso ci siano foglietti della Messa devono essere assolutamente portati a casa al termine della celebrazione, affinchè nessun’altro li possa inavvertitamene prendere.
  • durante la comunione rimango in piedi al mio posto se desidero la comunione e aspetto che mi sia portata al posto dal sacerdote o da un ministro incaricato. Chi non farà la comunione al contrario si dovrà sedere.
  • La comunione può essere ricevuta solamente nelle mani (è assolutamente vietato ricevere la comunione direttamente in bocca). La persona all’arrivo del sacerdote stenderà le braccia per ricevere nelle mani l’Eucarestia, stando attenta a non toccare le mani del sacerdote, e solo quando il sacerdote si sarà spostato si potrà togliere la mascherina per fare la comunione e sedersi poi al suo posto.
  • al termine della celebrazione per uscire, attendo le indicazioni degli addetti alla sicurezza, che faranno uscire in modo ordinato tutta l’assemblea. Non posso trattenermi in chiesa.
  • Ci sarà in ogni chiesa una sola entrata per l’ingresso dei fedeli, e una apposita uscita che non può coincidere con la porta d’ingresso. Ovviamente in caso di emergenza si potranno utilizzare indifferentemente tutte le vie di fuga.

DOPO LA S.MESSA:

  • una volta uscito non mi intrattengo nei luoghi esterni alla chiesa (sagrato, cortili, parcheggi etc.), al fine di non creare assembramenti. All’esterno dovrò sempre essere ad un metro e mezzo dalle persone;
  • se nei giorni successivi mi accorgo di avere febbre e risulto positivo al Covid-19, lo comunico tempestivamente al parroco.
ALCUNE PRECISAZIONI IMPORTANTI ALTRE CELEBRAZIONI
I bambini non possono girare liberamente per la chiesa ma devono rimanere accanto ai loro genitori. I bambini di età inferiore ai 6 anni non hanno l’obbligo della mascherina e possono partecipare stando in braccio o sulle gambe del genitore, senza occupare nessun posto. In questo caso non devono venire conteggiati dai genitori in fase di prenotazione. Eventuali passeggini potranno stare davanti ai genitori o in mezzo tra i due genitori. I posti in chiesa sono contrassegnati con apposito segno di riconoscimento e numerati. All’ingresso sarà sempre presente almeno un addetto alla sicurezza, il gel per l’igienizzazione delle mani, la cartellonistica che ricorda le regole essenziali. Alle persone in carrozzina verrà indicato il luogo apposito a loro riservato. L’accompagnatore sarà accanto, non è tenuto infatti a rispettare la distanza di sicurezza dalla persona accompagnata.Ricordati di recarti con un po’ di anticipo in chiesa per la S. Messa (si potrà entrare a partire da 30 minuti prima dell’inizio alla celebrazione) perché le operazioni di ingresso potrebbero essere un po’ più lunghe del solito. S.Messe Feriali: aspettiamo di iniziare l’esperienza domenicale per capire meglio la situazione.Gli altri Sacramenti: attualmente le chiese autorizzate dalla Diocesi saranno soltanto quelle di Bagno e Masone per cui dovranno essere celebrati in quelle chiese. Cercheremo di fare un calendario per i Battesimi (per richiesta battesimi fare riferimento Davide Faccia 335 6976297). Diversi sono rimandati in questi mesi e altri si sono aggiunti adesso. Potranno essere celebrati a patto sempre di avere dei volontari per il servizio. Per la celebrazione dei funerali i famigliari dovranno contattare direttamente i sacerdoti che cercheranno di organizzare la squadra di servizio. Sarà fondamentale avere dei volontari disponibili per questo importantissimo servizio, che oltretutto richiederà di essere attivato in modo tempestivo e con poco preavviso.

Un aiuto concreto alla tua parrocchia

Da sabato 30 maggio nella nostra Unità Pastorale riprendono le celebrazioni della S. Messa con la presenza fisica dei fedeli.

Oggi più che mai è importante l’aiuto di tutti, sia per far fronte alle spese della parrocchia sia per aiutare le persone in difficoltà.


Durante la Messa però non verranno raccolte le offerte. Chi partecipa alla Messa può lasciare la sua offerta nelle cassette all’ingresso e all’uscita della chiesa.

Invitiamo a valutare la possibilità di aiutare la parrocchia usufruendo delle agevolazioni concesse dallo Stato:

  • alle persone fisiche spetta una detrazione dall’imposta pari al 30% del contributo. Contributo massimo di 30.000 euro; 
  • alle imprese spetta una deducibilità del 100% dal reddito d’impresa anche nell’anno in corso.

Nella causale del Bonifico è necessario precisare: “Emergenza Coronavirus” così come nella ricevuta che verrà rilasciata.

Codice IBAN dei conti correnti
delle singole parrocchie:
MARMIROLO
IT 47 O 02008 12827 000100107257
BAGNO
IT 10 X 05034 66470 000000001033
MASONE
IT 76 S 02008 12827 000100104986
CASTELLAZZO
IT 69 E 02008 12827 000100070057 
RONCADELLA
IT 83 T 02008 12827 00000100106775
CORTICELLA
IT 10 J 02008 66471 000100244086
SABBIONE
IT 61 D 05034 66510 000000007830
GAVASSETO
IT 13 F 02008 12827 000100217413
SAN DONNINO 
IT 82 X 05387 66470 000000535052

APERTURA GRADUALE DELLE CELEBRAZIONI EUCARISTICHE CON LA PRESENZA DEI FEDELI

Inizieremo domenica 31 maggio nella solennità di Pentecoste

In virtù del permesso a riprendere le celebrazioni con la presenza della comunità a partire dal 18 maggio, Martedì 12 la Curia ha incontrato via internet preti e diaconi per precisare alcune norme proprie che la Diocesi di Reggio Emilia ha stabilito partendo dalle linee guida concordate tra lo Stato e la Conferenza Episcopale Italiana (Cei). Il criterio base da cui la nostra Diocesi ha deciso di partire, garantendo la salute della gente e le responsabilità legali e penali che ne derivano per il Parroco è stato: gradualità e prudenza per la tutela della sicurezza della salute di tutti. Motivo per cui hanno deciso di autorizzare in ogni Unità Pastorale l’apertura di una sola chiesa, per la quale si dovrà presentare, prima di cominciare, tutta la documentazione richiesta per ricevere poi l’autorizzazione a procedere. Può eventualmente essere presentata la richiesta per una seconda chiesa, ma l’approvazione rimane a discrezione della Diocesi che dovrà appurarne motivazioni, necessità e avere la garanzia dei requisiti di sicurezza legati alle procedure che si dovranno rispettare nell’accoglienza, nello stare in Chiesa, nell’igienizzare i luoghi dopo le celebrazioni. La curia ha già indicato alle varie Unità Pastorali in quali Chiese/luoghi sarà possibile celebrare in sicurezza la S. Messa con la presenza dei fedeli, utilizzando due criteri molto semplici: capienza delle chiese, possibilità di avere entrata separata dall’uscita. Per le eventuali celebrazioni all’aperto, tensostrutture che non abbiano tutti i certificati di sicurezza e permessi comunali non possono essere utilizzate senza l’autorizzazione dalle autorità competenti in particolare Comune e Vigili del Fuoco: per queste servirebbe un doppio permesso, sia quello dalla Curia, sia quello dall’Ente pubblico competente per la sicurezza.

Chiesa di Masone

Per la nostra Unità Pastorale, la Diocesi ha individuato come possibili soluzioni solo la chiesa di Masone o la struttura provvisoria che si sta utilizzando a Bagno e che ha tutti i permessi e le certificazioni in regola.

Tensostruttura a Bagno

Il Vicario personalmente ha anticipato che, attivando i controlli in entrambi i posti, potrebbero concedere eventualmente l’autorizzazione a partire con i due poli celebrativi, sia Masone che Bagno. La richiesta di partire con la riapertura di una o al massimo due chiese non è da vedere come definitiva, ma per ora come inizio, per procedere con gradualità e capire bene come funzioneranno le cose, abituarsi come comunità e sacerdoti, per poi pian piano allargare i luoghi celebrativi se ci saranno tutte le condizioni.

Per riaprire dovremo garantire il rispetto di alcune norme e procedure, di cui anticipiamo quelle essenziali senza le quali non si potrà neppure pensare di cominciare:

  • Serviranno necessariamente tre volontari ad ogni celebrazione per accogliere i fedeli, misurare loro la temperatura, accompagnarli ai posti numerati in chiesa, verificare che entrino solo quelli che hanno fatto la prenotazione, evitare assembramenti sul sagrato….
  • Occorre che alcune persone al termine della celebrazione, armati di buona volontà, di guanti, mascherina e prodotti per la pulizia, si occupino di igienizzare la chiesa passando straccio e prodotti su banchi e sedie che sono stati utilizzati ecc …

Abbiamo pensato di fare un incontro martedì 19 maggio alle ore 21:00 a Masone, con un referente per ogni comunità, con presenza fisica in sicurezza (non quindi in videoconferenza via internet). Verranno definite insieme quante persone servono e spiegato meglio in cosa consiste per il servizio. La curia manderà anche un tutorial per illustrare in dettaglio le cose importanti da fare.

Dovremo quindi organizzare dei turni di volontari, provenienti da tutte le comunità. Le due chiese, infatti, saranno per questo tempo un po’ la casa di tutti, dove sarà fatta ogni celebrazione per tutta l’Unità Pastorale. Inoltre ricordiamo che per evitare assembramenti, sarà obbligatoria per le celebrazioni domenicali, ed eventualmente per i funerali con grande affluenza di persone, la prenotazione attraverso il sito www.iovadoamessa.it mentre chi non ha internet può chiamare uno degli appositi numeri della Curia (347 780 6746 347 379 5237) che poi aggiornerà il legale rappresentante, don Roberto, delle prenotazioni effettuate, oppure può farsi aiutare da altri parrocchiani o conoscenti.

Come si può ben intuire, oltre a mascherine obbligatorie dai 6 anni in su, posti numerati, prenotazioni ecc, le cose non saranno semplici. Con pazienza faremo quello che si dovrà e potrà fare. Ovviamente i numeri alle celebrazioni non potranno essere quelle di una volta. A Masone si stima che potranno essere ammessi circa 60 fedeli e a Bagno tra i 90 e i 100 al massimo per garantire la distanza minima di un metro e mezzo come è richiesto (il numero preciso dei posti lo verificheremo quando faremo piantine con numerazioni posti da presentare in Curia). Dovremo inoltre rispettare da protocollo il tempo di due ore tra una celebrazione e l’altra nella stessa chiesa per eseguire le operazioni di sanificazione. Come vedete le variabili da considerare nel definire tutto sono diverse. Abbiamo comunque deciso di prenderci tutto il tempo che occorre per fare le cose bene, anche perché le responsabilità non sono piccole. La prossima settimana pubblicheremo tutte le norme da rispettare per chi intende partecipare alla Messa.

Abbiamo deciso di riprendere le celebrazioni in una data significativa: 31 Maggio, Solennità di Pentecoste e chiusura del mese di Maggio. Per le Messe feriali ci ragioneremo con calma dopo Pentecoste.

PS. Continuerà ad essere possibile partecipare alle celebrazioni attraverso internet o canali televisivi (e almeno una delle messe celebrate nella nostra Unità Pastorale verrà ancora trasmessa in diretta sul nostro canale YouTube). Rimane infatti sospeso l’obbligo/invito a soddisfare il precetto festivo, quindi chi non se la sente o preferisce comunque aspettare per non mettere a rischio la propria salute e quella degli altri, può continuare a pregare da casa e in famiglia.

            I vostri sacerdoti e diaconi

PREGHIERA IN FAMIGLIA per le Domeniche senza la celebrazione comunitaria nelle chiese

Proposta per la Solennità della Santissima Trinità, Domenica 7 giugno 2020

Proposta per la Solennità della Pentecoste, Domenica 31 maggio 2020

Proposta per la solennità dell’Ascensione, Domenica 24 maggio 2020

Proposta per la sesta Domenica di Pasqua, 17 maggio 2020

Proposta per la quinta Domenica di Pasqua, 10 maggio 2020

Proposta per la quarta Domenica di Pasqua, 3 maggio 2020

Proposta per la terza Domenica di Pasqua, 26 aprile 2020

Proposta per la seconda Domenica di Pasqua, 19 aprile 2020

Proposta per la Domenica delle Palme, 5 aprile 2020

Proposta per la quinta Domenica di Quaresima, 29 marzo 2020

Proposta per la quarta Domenica di Quaresima, 22 marzo 2020

Proposta per la terza Domenica di Quaresima, 15 marzo 2020

Proposta per la seconda Domenica di Quaresima, 8 marzo 2020